Orazio Caccini - Un tempo piansi (1585)

Disponibile
possibilità di spedizione entro 3 giorni

Prezzo vecchio 4,99 €
3,99
Prezzo IVA inclusa


App

​Breve madrigale a 5 voci di Orazio Caccini, fratello maggiore di Giulio detto il Romano e zio di Francesca detta la Cecchina... tutti musicisti tra Pisa (erano originari di Montopoli), Roma (il padre di Orazio si trasferì a Tivoli per lavoro con tutta la famiglia) e Firenze. A Firenze tornò e collaborò con la Camerata de' Bardi Giulio, mentre il fratello Giovanni Battista scolpiva, allievo del Dosio e del Giambologna, molte belle opere tra cui alcune statue per il Ponte di Santa Trinita. La figlia di Giulio, Francesca, calcava le scene dei teatri cittadini e componeva ella stessa. 
Orazio rimase a Roma, e con un bel posto come maestro di cappella in S.Maria Maggiore - ruolo ricoperto pochi anni prima dal Palestrina e dal Nanino... -  l'avrei fatto anch'io.
Questo breve madrigale, come la maggiorparte delle sue opere è stato composto nei suoi ultimi anni, quando, lasciato l'incarico in S.Maria Maggiore, viaggiò nel Nord Italia.
Il primo brano della raccolta da cui questo madrigale è tratto ("Bianca e vermiglia rosa") è dedicato alla serenissima granduchessa di Toscana, mentre questo madrigale porta la dedica a "Don Marco Tullio Angelio", prete compositore di Arpino, allievo del Carissimi.

A short madrigal by Orazio Caccini, from the Caccini family which gave many musicians, composers and artists to the cities of Rome and Florence. His younger brothers were the well known Giulio and Giovanni Battista, his niece Francesca  was a singer and actress in the main theatres in Florence; Orazio was maestro di cappella in S.Maria Maggiore in Rome, which was a very important role.
He composed and published this and other madrigals in the late time of his life, when he stopped serving in Rome and travelled in the North of Italy.

Informazioni aggiuntive sul prodotto

Anteprima Download

Cerca questa categoria: Secular Music - Musica Laica