Giovanni Filippo Dreyer (1703-1772) - Il ponte a S.Trinita in tempo d'estate

Disponibile
possibilità di spedizione entro 3 giorni

Prezzo vecchio 5,99 €
4,99
Prezzo IVA inclusa


App

Canzonetta a tre voci del servo di Maria Giovanni Filippo Dreyer, detto il Tedeschino, che a Firenze, oltre che di musica sacra per la Cappella Musicale della SS.Annunziata, si dilettava di musiche profane sia per proprio diletto che per la corte medicea.
Questo canto ci riporta sul ponte a S.Trinita, che era anche zona di mercato, di fiere con saltimbanchi e artisti, di passaggio di turisti e della Firenze bene "per farsi vedere"... 
Tanta la merce in offerta nel brano... dai brigidini alle ciambelle, dai capellini alle arance, dai gelsomini al finocchio candito, ventagli e cappellini alla moda, cialdoni, pesche novellare, canne d'India, "affricani", margottini e bucciardini... 
E poi, da bravi Fiorentini, prendiamo un po' in giro i turisti francesi: "Notre figlie se marie a monsiù Pulicinel..."
Trascritto da una copia originale conservata presso la Biblioteca Domenicana di Santa Maria Novella.

A song for 2 tenors and 1 bass about how funny, crowdy, noisy... life could be on S.Trinita bridge on a Summer day around the middle of the18th century. 
The composer was maestro di cappella in SS.Annunziata church, but he liked secular music as well. He names many different products which were sold at the market at that time, some of which are still today...
The atmosphere recalls any fair, where music and commerce, loud voices, noblemen and poor men meet...

Informazioni aggiuntive sul prodotto

Anteprima Download

Cerca questa categoria: Secular Music - Musica Laica